Banche, sì alla lista nera dei debitori:
«Etico pubblicare i nomi dei colpevoli»

Banche, sì alla lista nera dei debitori:
«Etico pubblicare i nomi dei colpevoli»


di ​Nando Santonastaso

A Pier Paolo Baretta, sottosegretario riconfermato al ministero dell’Economia (attesa a giorni anche la conferma della delega alle banche che già aveva nel precedente esecutivo) la proposta lanciata attraverso l’intervista di ieri al Mattino dal presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, piace e non poco. «Il fatto che sia il presidente dell’Associazione tra le banche italiane ad avanzare l’idea di rendere pubblici i nomi dei primi 100 debitori colpevoli del fallimento delle loro banche o di avere costretto lo Stato e i risparmiatori a intervenire per salvarle dalla risoluzione è sicuramente un bel segnale di moralizzazione che va raccolto e approfondito», dice Baretta. Che aggiunge: «Nel settore bancario molta gente, molte famiglie hanno pagato prezzi rilevantissimi in questi anni. Mi pare eticamente giusto proporre che siano noti i nomi di chi ha contribuito a creare questa situazione».

Leggi l'intervista completa sul Mattino Digital

Condividi

IL VIDEO PIÙ VISTO

"La Napoli inedita in sella coi «Falchi» di Savastano"

Condividi questo articolo

Accedi ai servizi del Mattino