Banche, sì alla lista nera dei debitori:
«Etico pubblicare i nomi dei colpevoli»

Banche, sì alla lista nera dei debitori:
«Etico pubblicare i nomi dei colpevoli»


di ​Nando Santonastaso

A Pier Paolo Baretta, sottosegretario riconfermato al ministero dell’Economia (attesa a giorni anche la conferma della delega alle banche che già aveva nel precedente esecutivo) la proposta lanciata attraverso l’intervista di ieri al Mattino dal presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, piace e non poco. «Il fatto che sia il presidente dell’Associazione tra le banche italiane ad avanzare l’idea di rendere pubblici i nomi dei primi 100 debitori colpevoli del fallimento delle loro banche o di avere costretto lo Stato e i risparmiatori a intervenire per salvarle dalla risoluzione è sicuramente un bel segnale di moralizzazione che va raccolto e approfondito», dice Baretta. Che aggiunge: «Nel settore bancario molta gente, molte famiglie hanno pagato prezzi rilevantissimi in questi anni. Mi pare eticamente giusto proporre che siano noti i nomi di chi ha contribuito a creare questa situazione».

Leggi l'intervista completa sul Mattino Digital

Condividi

IL VIDEO PIÙ VISTO

"Sgarbi contro Il Volo: «Bugiardi, la neve
non vi ha travolto ma la me**a sì»
"

Condividi questo articolo

Accedi ai servizi del Mattino