Angri, recuperato il gruppo scultoreo della Collegiata: domani la presentazione al pubblico

Angri, recuperato il gruppo scultoreo della Collegiata: domani la presentazione al pubblico


di Roberta Salzano

La collegiata di San Giovanni Battista ad Angri recupera il gruppo scultoreo danneggiato nel ’43. Quando dopo l'armistizio dell'8 settembre con gli angloamericani, gli Alleati bombardarono dal Valico di Chiunzi la Valle del Sarno dove si trovavano le truppe tedesche in ritirata. Durante gli attacchi fu colpita anche la collegiata, che subì danni ingenti alla facciata, al tetto e alle tre statue in marmo del 1540 che decoravano il lunettone del portale d'ingresso. La statua di San Giovanni Evangelista fu completamente distrutta mentre la Madonna col Bambino e San Giovanni Battista furono danneggiati seriamente; la Vergine e il bambino rimasero senza testa mentre il precursore aveva perso un braccio e il naso. Uno dei risultati più interessanti è stato il riposizionamento della testa della Madonna, custodita dal primicerio e completamente annerita, sul corpo della statua nonostante alcuni danni meccanici. 

Insomma dopo 74 anni, i danni bellici prodotti alla collegiata sono stati riparati mentre due statue del portale, sulle quali si è concentrata anche l'attenzione della Soprintendenza, sono state oggetto di un intervento di restauro del gruppo scultoreo effettuato dalla ditta Atramentum, specializzata nel trattamento di manufatti lapidei artistici ed archeologici. I lavori sono stati seguiti dell'associazione culturale Panacea, in sinergia con la Soprintendenza per i Beni culturali di Salerno, con le autorità religiose e l’amministrazione Ferraioli, e saranno presentati al pubblico domani sera alle 16.30 nella pinacoteca del Castello Doria. 

Condividi

IL VIDEO PIÙ VISTO

"Assalto armato al portavalori sull'autostrada Caserta-Salerno"

Condividi questo articolo

Accedi ai servizi del Mattino